La crostata di cachi al rum per il dolce di fine pasto

Una golosa crostata di cachi al rum, adatta da servire al termine dei pasti, particolare ma sfiziosa

I cachi, li conoscerete tutti, rappresentano dei frutti abbastanza particolari. Paffuti e delicati all'interno sono ottimi se consumati al naturale, con il cucchiaino, oppure utilizzati nella realizzazione di sfiziosi dessert al cucchiaio. Oggi invece ve li propongo in una crostata (quella di cachi al rum, appunto) che sono certa vi stupirà. Si tratta, almeno per quanto mi riguarda, di una ricetta mai provata prima.

La crostata di cachi al rum per il dolce di fine pasto

La farcia è composta dalla polpa dei cachi insaporita con pochi ingredieti tra i quali il rum, che trovo ne costituisca il completamento ideale. Per ovvie ragioni dovrete utilizzare dei cachi giunti al loro giusto grado di maturazione. Prima sarebbero immangiabili. Provate anche la marmellata di cachi fatta in casa con il Bimby. La ricetta proviene da quì.

Ingredienti

200 gr di farina
1 uovo
100 gr di zucchero
1 limone non trattato
100 gr di burro
2 cachi maturi
50 gr di mandorle tritate
rum
1 pizzico di sale

Preparazione

Versare in una ciotola la farina setacciata ed aggiungere zucchero, burro morbido a cubetti, scorza di limone e sale. Impastare bene ed unire anche l'uovo. Continuare a lavorare fino ad ottenere un composto sodo ed omogeneo quindi avvolgerlo in un foglio di pellicola trasparente e fare riposare in frigorifero per 30 minuti. Adesso lavare i cachi, sbucciarli e schiacciarne la polpa. Unire 2 cucchiai di rum e le mandorle tritate. Riprendere la pasta frolla, rivestire il fondo ed i bordi di una teglia imburrata ed infarinata e versare la polpa dei cachi. Creare delle strisce con la pasta eventualmente avanzata e creare una grata in superficie. Porre in forno caldo a 180°C per 30 minuti.

Foto | maurizio

  • shares
  • Mail