La salsa Worcester, un vero e proprio concentrato di spezie

Una delle salse più famose e apprezzate nel mondo è nata per sbaglio. Ecco la sua storia

La salsa Worcester (propriamente: Worcestershire sauce) è una salsa inglese con così tante spezie che rientra a buona ragione all'interno del nostro discorso sulle spezie. La Worcester è nata per sbaglio. Ci troviamo nell'Ottocento e l'inglese Sir Marcus Sandys si era innamorato di una salsa che aveva provato in Bengala. Chiese allora a due speziali londinesi – John Lea e William Perrins – di provare a riprodurla. I due si misero all'opera e ottennero una salsa dal sapore tremendo. Il progetto fu accantonato e la salsa lasciata in un barile, in cantina. Dopo qualche anno Lea e Perrins ritrovarono la botte e, prima di buttarla, provarono ad assaggiarne il contenuto: la salsa era maturata ed era deliziosa. Acquistarono, allora, la ricetta da Sandys e iniziarono la produzione di Worcestershire sauce, dalla contesa di Worcester. Ancora oggi sulle bottiglie di salsa Worcester figura la scritta “Lea & Perrins.”

Quale sia la vera ricetta della salsa Worcester è ancora segreto. Scrive Allan Bay nella Garzantina della Cucina:

Prodotta per macerazione in barili di quercia la salsa contiene vari frutti e spezie tropicali, tra cui aceto di malto, soia, melassa di canna da zucchero dei Caraibi, succo di tamarindo di Calcutta, estratto di carne, acciughe, peperoncino rosso della Cina, zenzero, chiodi di garofano del Madagascar, aglio francese, cipolle britanniche e scalogno olandese.

La salsa Worcester, un vero e proprio concentrato di spezie

Insomma, un vero incontro di sapori di tutto il mondo! E l'internazionalità di cui è composta l'ha resa diffusa in tutto il mondo per accompagnare carni fredde, per rendere piccanti vari sughi e fondi di cottura, cocktail (il Bloody Mary, per esempio) e per usare secondo la vostra fantasia.

Se volete provare a farla casa prendete 6 spicchi di aglio, 1 cucchiaino di pepe nero, mezzo cucchiaino di peperoncino in polvere, 350 ml di aceto di vino rosso, 5 cucchiai di salsa di soia e frullateli tutti insieme molto bene. Filtrate e imbottigliate in una bottiglia di vetro a chiusura ermetica. È una salsa pronta all'uso e va agitate per bene prima dell'uso. Quello che otterrete, comunque, è una salsa che in qualche modo somiglia alla salsa Worcester. Personalmente preferisco acquistarla.

Foto | Raymond Shobe

  • shares
  • Mail