Come fare i succhi di frutta per i bambini piccoli

Confezionati o fatti in casa? Tutti i segreti dei succhi di frutta per bambini piccoli

a:2:{s:5:"pages";a:4:{i:1;s:0:"";i:2;s:19:"Succo di frutta Ace";i:3;s:16:"Frullato al kiwi";i:4;s:22:"Centrifuga di mirtillo";}s:7:"content";a:4:{i:1;s:3426:"

Mai come questa volta, forse, ci troviamo in una posizione scomoda: la domanda di oggi, infatti, non è tanto (o non solo) succo di frutta confezionato o fatto in casa, bensì succo di frutta sì o succo di frutta no. Partirò, allora, dall’esperienza personale, da quando, cioè, avendo una figlia di 9 mesi del tutto restia a bere acqua, l’ho chiesto al mio pediatra. E si è aperto un mondo.

bambinisucchifrutta

Il mondo che mi ha aperto il pediatra di fiducia è – ahinoi – un mondo di obesi: condannando senza pietà i succhi di frutta e affini tra le bevande zuccherate al pari di cole, aranciate e quant’altro, mi ha snocciolato dati inquietanti. Infatti, anche se l’Italia è tra gli ultimi Paesi europei per consumo di queste bibite (circa 50 l l’anno a testa), ogni giorno almeno un bambino su due beve una bevanda industriale.

In effetti, a informarsi meglio, anche l’Organizzazione Mondiale della sanità, in tempi abbastanza recenti, ha lanciato l’allarme sulla materia, fornendo una serie di ottimi motivi per cui i piccoli – ma anche i grandi – sarebbe meglio che bevessero solo la chiara, fresca e dolce acqua (ancor meglio se di rubinetto, a patto che abitiate in zone che ve lo consentono). Eccoli qua di seguito.

Innanzitutto anche se si scelgono bevande a basso contenuto di zucchero, queste hanno comunque il potere di abituare i bimbi alla loro richiesta perché sono gradevoli: ciò innesca una sorta di circolo vizioso e una vera e propria dipendenza che li porterà a chiedere bibite sempre più dolci. Tutti questi prodotti, inoltre, favoriscono l’insorgenza di carie, e pure che si tratta di denti da latte, è una scocciatura, oltre che un impegno economico.

Da evitare assolutamente, poi, l’accompagnamento dei pasti principali con bibite zuccherate: ciò aumenta – peraltro inutilmente – l’apporto calorico e quindi il rischio di accumulare grassi. Infine, ma non per ultimo, il fruttosio è spesso spacciato come meno dannoso del glucosio, ma bisognerebbe sapere che oltre la soglia dei 40 g al giorno determina comunque la produzione di grassi nel fegato che andranno ad ‘abitare’ le nostre povere arterie.

Se ancora non foste convinti, ecco una dimostrazione pratica: in 750 ml di un qualsiasi succo di frutta (la confezione famiglia) ci sono circa 53 g di zucchero, più o meno come 17.6 cucchiaini da caffè, oppure come 10.6 bustine. Nel succo in busta da 330 ml, invece, 33 g, circa 11 cucchiaini oppure 6.7 bustine.

Infine lo yogurt: in quello bianco da bere da 200 ml ci sono 14 g di zucchero, ossia l’equivalente di 4.6 cucchiaini o 2.6 bustine; in un vasetto da 125 g di quello alla frutta abbiamo 11 g di zucchero, cioè 3.6 cucchiaini da caffè o 2.2 bustine.

Giunti alla fine, però, come al solito, spezziamo una lancia in favore dei succhi di frutta, che forse abbiamo un po’ troppo demonizzato: se i nostri bimbi sono in salute e non troppo cicciottelli, uno ogni tanto ci sta anche bene, come ci stanno bene frullati e centrifughe; di seguito, quindi, alcune ricette utili per farli in casa e sentirsi, quindi, un po’ meno in colpa!

";i:2;s:779:"

Succo di frutta Ace


Succo di frutta Ace

Ingredienti



    4 carote
    3 arance (meglio non rosse)
    1 limone e ½
    zucchero q.b.

Preparazione


Lavate e raschiate

le carote, pelate al vivo le arance e i limoni, quindi tagliateli a metà e mettete tutto in una centrifuga.

Al succo ottenuto potete mescolare lo zucchero a seconda del vostro gusto, ma anche diluirlo con acqua frizzante o rinfrescarlo con cubetti di ghiaccio.

";i:3;s:823:"

Frullato al kiwi


Frullato al kiwi

Ingredienti



    200 g di kiwi
    5 cucchiai di yogurt magro bianco
    ½ bicchiere di latte scremato
    1 cucchiaio di miele

Preparazione


Lavate e sbucciate accuratamente i kiwi, quindi tagliateli a pezzetti. Mettete tutti gli ingredienti nel frullatore e azionate fino a ottenere un frullato della consistenza desiderata.
Consumate subito.

";i:4;s:2471:"

Centrifuga di mirtillo


Centrifuga al mirtillo

Ingredienti



    300 g di mirtilli neri
    500 g di latte di mandorla
    1 cucchiaino di miele

Preparazione


Lavate bene i mirtilli

, asciugateli e passateli alla macchina centrifuga assieme a tutti gli altri ingredienti e fate andare fino a ottenere un composto cremoso. Per un risultato più fresco, unite dei cubetti di ghiaccio: avrete così uno smoothie.

Foto | PhotographyByPaul
Foto | bertholf
Foto | stefano Merli
Foto | Miriam

Come fare i succhi di frutta per i bambini piccoli

";}}

  • shares
  • Mail