Pekato non provarla!

Chiunque abbia avuto la fortuna di vagare un po’ per la Croazia, non dimenticando di apprezzarne l’entroterra, sa bene cosa sia una peka. Tutti gli altri sappiano che si sono persi una esperienza culinaria di grande spessore.

A me è successo vicino a Molunat, in una casa colonica che dalle colline brulle dominava il confine tra la Croazia e il Montenegro. Un meraviglioso pergolato coperto da viti e piante di kiwi riparava pochi tavoli vicini ad un grande camino all’aperto. E quella sera mi spiegarono che si poteva scegliere se mangiare carne mista oppure calamari e polipi sotto la peka. Seguì la spiegazione: queste pietanze venivano, e vengono tuttora, cotte sotto una campana di ferro completamente ricoperta di brace. La campana ha dei piccoli fori che fanno uscire il vapore e così questa sorta di arrosto pekato mantiene una morbidezza ed un sapore davvero insuperabili. Le tante buone birre croate rendono il suono della campana ancora più soave. Info su www.gastronaut.hr

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: