Come preparare il brodo vegetale, la ricetta

Ormai siamo talmente abituati ad usare i cibi pronti e così a corto di tempo che mai immagineremmo di realizzare un brodo vegetale con le nostre mani. Sicuramente un brodo fatto in casa sarà molto più genuino di uno industriale. I dadi sono un insaporitore ipocalo­rico molto comodo ma contenegono prima di tutto sale raffinato, in proporzioni eccessive, gras­si vegetali idrogenati (estratti chimicamente e come tali nocivi), glutam­mato (ricavato da pro­teine animali, latte, carne o pesce). Gli zuccheri usati (sci­roppo di glucosio o maltodestrine) e i co­loranti, in genere caramello (spesso E150, artificiale) sarebbero da evitare. Per questa ricetta ci vogliono circa un paio d'ore.

Ingredienti: cipolla 1, carote 2, foglie di sedano 2, porro 1, crosta di sedano 1, piselli 200 g, altre verdure a disposizione, olio d'oliva extra vergine, sale, pepe.

Iniziate col pelare la cipolla, tagliatela in due e sminuzzatela, insieme al sedano e alle carote. Invece per quanto riguarda le altre verdure, tagliatele un grossolanamente. In una pentola abbastanza capiente scaldate l'olio d'oliva e date una leggera soffritta alle verdure sminuzzate: sedano, carote e cipolla. Proseguite aggiungendo le altre verdure per una cottura più approssimativa. In seguito fate rinvenire la cipolla e le altre verdure fino a che siano tenere e leggermente dorate. Aggiungete le spezie, sale e pepe, quanto basta e coprite con 2 litri d’acqua. Portate all'ebollizione e poi coprite parzialmente, Proseguite con una cottura dolce, a fuoco lento, per almeno un'ora e mezza. A questo punto dovete passare il brodo al colino e lasciar raffreddare. Questo brodo si conserva per due o tre giorni in frigorifero.

Foto | Flick

  • shares
  • Mail