Expo 2015: il riso, tra i cereali più diffusi nel mondo

Expo 2015 è l'occasione per approfondire la conoscenza di diversi alimenti che accompagnano l'umanità da millenni, come il riso, per esempio

a:2:{s:5:"pages";a:4:{i:1;s:0:"";i:2;s:45:"La ricetta del riso con pollo dal Bangladesh ";i:3;s:45:"Il risotto aurora, ricetta dalla Sierra Leone";i:4;s:39:"Il riso glutinoso, specialità del Laos";}s:7:"content";a:4:{i:1;s:2051:"

Expo 2015 – Il riso è uno dei cereali più coltivati al mondo e fin dall’antichità accompagna l’uomo a tavola. Le numerose varietà di riso diffuse in tutto il pianeta, possono essere riconducibili principalmente a due grandi sottospecie: la japonica (a grana tonda, la più comune in Italia) e la indica (a grana lunga, diffusa in diverse aree dell’Asia e dell’America).

Il riso è originario dell’Asia e venne coltivato in Cina e in Indonesia fin dal VII-VI millennio avanti Cristo. Da queste zone giunge poi in India e passa, quindi, in tutto il Medio Oriente; greci e romani lo conoscevano, ma lo utilizzavano solamente per uso terapeutico (ragion per cui ancora oggi, in alcune zone d’Italia, si mangia riso – rigorosamente in bianco – quando si sta male) e cosmetico. Furono gli arabi a portarlo in Europa nel Medioevo: lo impiantarono in Sicilia e nel Spagna meridionale; nel XV secolo il riso iniziò a diffondersi nell’Italia settentrionale e in Europa, pur se con fatica (le coltivazioni erano vietate per evitare zone malsane per via degli acquitrini necessari per la coltura in sé). È nel XVIII secolo che il riso ha una grande spinta in tutta Europa, per far fronte alle carestie.

Il riso, dunque, è diffuso in tutto il mondo e, com’è naturale che sia, ogni zona ha prodotto varie ricette con questo cereale e con le sue numerose varietà. Pur essendo a volte ricette simili alle varie latitudini, abbiamo delle significative differenze che rendono il riso espressione della cultura di un intero popolo. Vediamo tre ricette a base di riso provenienti dal Bangladesh, dalla Sierra Leone e dalla Repubblica Democratica Popolare del Laos.

Riso

";i:2;s:896:"

La ricetta del riso con pollo dal Bangladesh

Gli ingredienti per questa ricetta sono i seguenti:


    1 kg di carne di pollo
    500 g di riso basmati
    1 cipolla
    alloro (2 foglie)
    burro
    cannella in polvere (1 cucchiaino)
    cardamomo (un paio di grani)
    zenzero in polvere (1 cucchiaio)
    olio extravergine di oliva
    sale

Procedimento:
Fate cuocere il riso nell’acqua, fino a metà cottura.
Nel frattempo, soffriggete olio e cipolla e quando la cipolla assumerà un bel colore ambrato, unite le foglie di alloro, lo zenzero, la cannella, il cardamomo, la carne e un paio di bicchieri d’acqua. Lasciate cuocere fino a quando il pollo non sarà cotto. A questo punto unite il riso lessato in precedenza, aggiungete altri due bicchieri d’acqua (tiepida) e fate cuocere fino a quando l’acqua non sarà completamente assorbita.

";i:3;s:566:"

Il risotto aurora, ricetta dalla Sierra Leone

Per questa ricetta – che ha sapori molto italiani – queste sono le dosi per 4 persone

Ingredienti:


    400 g di riso
    80 g di burro
    2 tuorli
    salsa di pomodoro

Il procedimento è semplice: fate sciogliere il burro e mescolatelo in una zuppiera con i tuorli d’uovo e la salsa di pomodoro. Quando gli ingredienti saranno ben amalgamati, versare nella ciotola con il condimento il riso lessato in precedenza, mescolare con cura e portare in tavola.

";i:4;s:1258:"

Il riso glutinoso, specialità del Laos

Il riso glutinoso è un riso diffuso in tutto l’Oriente (il video mostra una ricetta della Thailandia). Ha la capacità di disfarsi durante la cottura e per questo motivo viene utilizzato molto nella preparazione di dolci. Glutinoso sta per colloso, perché i chicchi di riso tendono a incollarsi durante la cottura.

Il riso glutinoso si trova dappertutto in Laos, come accompagnamento di moltissimi piatti. Per prepararlo, ci occorrono questi ingredienti:


    1 tazza di riso glutinoso
    1 tazza e mezza di acqua
    1 recipiente per cottura al vapore

Procedimento:
Prima di tutto è necessario lavare per bene il riso sotto l’acqua corrente fino a quando l’acqua non risulterà limpida, poi si lascia il riso ammollo nell’acqua per una notte intera.
Al momento della preparazione, scolate il riso e mettetelo a cuocere al vapore avvolto in un sottile panno bianco: lasciate cuocere per circa dieci minuti e poi girate tutto il pacchetto. In tutto va cotto per 20 minuti, non di più, altrimenti si spappola. Quando risulterà asciutto, morbido e traslucido allora avrete il vostro riso glutinoso da condire a vostro piacimento.";}}

  • shares
  • Mail