Expo 2015: cereali e tuberi, la forza della vita

Expo 2015, tra tuberi e cereali, ci fa conoscere la cucina di diversi paesi del mondo, dove questi alimenti sono spesso di primaria importanza

a:2:{s:5:"pages";a:4:{i:1;s:0:"";i:2;s:33:"La crema di verdure dalla Bolivia";i:3;s:34:"Riso con salsa di fagioli da Haiti";i:4;s:40:"Il Mozambico e la zuppa di fagioli verdi";}s:7:"content";a:4:{i:1;s:1703:"

Expo 2015 – I cereali e i tuberi sono alimenti che da millenni nutrono gli esseri umani; in alcune condizioni sono gli unici alimenti che gli esseri umani hanno.

Con il termine cereali si indicano un gruppo di piante erbacee coltivate per la produzione di seme, utilizzati a scopi alimentari, sia interi sia macinati, sotto forma di farina. Queste piante comprendono principalmente le Graminacee (riso, mais, farro, orzo, segale, avena e miglio), ma spesso si amplia fino ad abbracciare tutti i semi, frutti o tuberi con caratteristiche simile a quelle dei cereali veri e propri (elevato contenuto di proteine e zuccheri, in particolare amido).

Il tubero, invece, è l’organo sotterraneo di alcune piante, che si forma per ingrossamento del fusto o delle radici. Di forma più o meno allungata, ha la funzione di accumulare sostanze di riserva (amidi, zuccheri solubili, inulina e via dicendo) per assicurare alla pianta la sopravvivenza nei periodi meno favorevoli. La maggiore parte delle piante ha tuberi sotterranei (si pensi alla patata e al topinambur), ma ci sono anche eccezioni, come l’igname, per esempio.

Come vengono usati cereali e tuberi in giro per il mondo? Expo 2015 sarà una risposta anche a questa domanda. Intanto ecco tre ricette in merito: una dalla Bolivia, una da Haiti e una dal Mozambico.

La pasta patate e provola con la ricetta napoletana

";i:2;s:1352:"

La crema di verdure dalla Bolivia

La crema de verduras della Bolivia è da alcuni considerata la migliore crema di verdure di tutta l’America Latina: in essa spicca la manioca (un tubero), alimento base boliviano. Gli ingredienti per 4-6 persone sono i seguenti:


    125 g di piselli freschi
    1 l di brodo vegetale
    4 patate
    3 cucchiai di farina di mais
    2 spicchi d’aglio
    1 manioca
    1 carota
    1 ciuffo di prezzemolo
    1 cucchiaino di peperoncino
    origano
    sale

Procedimento

Sbucciate patate e manioca, lavatele e tagliatele a dadini di un paio di centimetri. Poi pulite la carota e grattugiatela e, infine, sbucciate l’aglio.

Versate il brodo vegetale in una pentola, e unite le verdure, l’aglio, l’origano e il prezzemolo mondato. Fate bollire e lasciate cuocere con il coperchio fino a quando le patate non risulteranno tenere. A questo punto togliete la pentola dal fuoco e, con l’aiuto di un mixer a immersione, frullate il tutto. Poi versate nella pentola la farina di mais, che avrete stemperato in precedenza con dell’acqua fredda. Mescolate con cura.

A questo punto rimettete la pentola sul fuoco, basso, e fate cuocere, incoperchiato, fino a ottenere un composto molto cremoso. Regolate con sale e peperoncino e servite, calda, in una zuppiera.

";i:3;s:1009:"

Riso con salsa di fagioli da Haiti

Dalla Repubblica di Haiti, nel Mar delle Antille, ecco una salsa di fagioli da accompagnare a del riso bollito per un piatto semplice e squisito. Per 4 persone abbiamo bisogno dei seguenti ingredienti:


    200 g di pancetta a cubetti
    3 scalogni
    2 mazzetti di prezzemolo
    2 cipolle
    2 tazze di fagioli ammollati
    acqua
    olio
    sale
    pepe

Procedimento

Tritate cipolle, scalogni e prezzemolo; unitevi anche il pepe macinato finemente quindi versate questo battuto di aromi in una padella in cui avrete fatto scaldare dell’olio. Unite anche i fagioli e mescolate, in modo da insaporire completamente i fagioli.

Aggiungete acqua e pancetta e portate a ebollizione, quindi coprite e lasciate cuocere per un paio d’ore (e comunque fino a quando i fagioli non risulteranno teneri).

Passate i fagioli così cotti al mixer, regolate di sale e pepe e servite questa salsa di fagioli con del riso in bianco.

";i:4;s:920:"

Il Mozambico e la zuppa di fagioli verdi

La cucina del Mozambico, in Africa, risente ancora molto della colonizzazione portoghese, ma riesce a produrre anche piatti propriamente africani. Una ricetta da provare è quella della zuppa di fagioli verdi. Questi gli ingredienti per circa due litri di zuppa:


    500 g di fagiolini freschi
    1,5 l di acqua
    3 patate grandi
    2 pomodori medi
    2 cipolle grandi
    sale
    pepe

Procedimento

Fate bollire l’acqua e, quando bolle tuffatevi le patate, i pomodori e le cipolle, tutti affettati. Regolate di sale e pepe quindi lasciate bollire per mezz’ora, fino a quando le verdure risulteranno tenere.

Passate al mixer e quindi unite i fagiolini, fatti a pezzi. Lasciate cuocere per una decina di minuti e comunque fino a quando i fagiolini non saranno cotti. Aggiustate di sale, se necessario, e servite in tazze.";}}

  • shares
  • Mail