Cioccolato plastico, la ricetta per prepararlo a casa

Cioccolato plastico, la ricetta per prepararlo a casa

Con cioccolato plastico si intende una pasta a base di cioccolato usata in pasticceria per ricoprire e decorare le torte (per intenderci è quella che usa spesso Buddy Valastro nella trasmissione Il boss delle torte). È meno stucchevole della pasta di zucchero e, ovviamente, ha il sapore del cioccolato. Lo si trova in commercio nei negozi specializzati, ma si può preparare anche a casa.

Per preparare il cioccolato plastico in casa ci occorre dell’ottimo cioccolato fondente (minimo al 70%) e dello sciroppo di glucosio (si trova nei negozi specializzati e anche online). Le dosi sono semplice: il cioccolato deve essere il doppio dello sciroppo di glucosio.

Per prepararlo sciogliete il cioccolato a bagnomaria e quando avrà raggiunto i 40 gradi (da misurare tassativamente con il termometro) vi si aggiunge lo sciroppo di glucosio, mescolando per bene. Versate, quindi, il cioccolato su del marmo o comunque su un piano di lavoro freddo e lavora telo prima con una spatola e poi con le mani fino a creare un panetto di cioccolato (cospargetevi le mani con zucchero a velo per evitare che il cioccolato vi si attacchi dappertutto). Avvolgete il panetto con pellicola e fatelo riposare in frigo per una mezz’ora.

A questo punto stendete il panetto di cioccolato bianco con il mattarello (o, se preferite, con la classica Nonna Papera) e ricavatene delle strisce dello spessore preferito.

Due annotazioni: la prima è quella di non spazientirvi perché, soprattutto agli inizi, non è facile maneggiare il cioccolato plastico ed è probabile che vi si rompa tra le mani. Magari invece di decorare una torta, potrete ricavare delle forme con gli stampini. La seconda è quella di indossare dei guanti quando maneggiate il cioccolato plastico per evitare che vi restino impresse le vostre impronte e siano antiestetiche (a meno che non stiate realizzando un dolce alla C.S.I.!)

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail