La frittata di patate alla romana un tortino con cipolle e pancetta

2 Agosto 2012
di roby

Scrivendo l’altro giorno la ricetta della frittata di patate, mi è venuto in mente che da noi a Roma, questa dicitura indica un piatto totalmente diverso, che non prevede l’utilizzo delle uova. La frittata di patate alla romana, infatti, è una specie di tortino che nella sua versione classica, appartenente alla tradizione della cucina povera, vuole solo patate e cipolle, ma noi ve ne proponiamo una ricetta più elaborata, che la fa assomigliare a un gateau. Un’ulteriore variante prevede, inoltre, di aggiungere al soffritto qualche cucchiaiata di sugo di pomodoro, ma io lo sconsiglio perché altera di molto il sapore.

Cosa vi occorre: 1 kg di patate, 1 cipolla grossa, 100 g di pancetta arrotolata (o di guanciale o di salsicce), 1 mozzarella, olio, sale e pepe q.b.


Come si prepara: lessate le patate mentre in una padella grande preparerete il soffritto facendo appassire nell’olio la cipolla affettata sottilmente e poi la pancetta a dadini. Nel frattempo sbucciate e schiacciate le patate e aggiungetene la metà in padella aggiustando di sale e di pepe.

Appiattite il tutto come per formare un tortino, quindi cospargete con la mozzarella a pezzettini e coprite con le altre patate. Riaggiustate il tortino a frittata, facendo attenzione che non si attacchi ai bordi della padella e prima di completare la cottura rigiratela una volta come fareste per una normale frittata. Servite calda.

Foto | Flickr

I Video di Gustoblog: ricetta cucina salata di carnevale