Expo 2015: le soluzioni del Padiglione Brasile per sconfiggere la fame nel mondo

A Expo 2015 si parla anche di come sconfiggere la fame nel mondo: il padiglione Brasile ha le sue risposte.

Expo 2015 padiglione Brasile

Expo 2015, sconfiggere la fame nel mondo è possibile e nel Padiglione Brasile si cercano possibili soluzioni per permettere di accedere al cibo e all'acqua in tutto il pianeta. Presso il padiglione brasiliano si svolgono delle giornate di approfondimento sulle tematiche della malnutrizione in un paese che solo l'anno scorso è uscito dalla mappa mondiale della fame della FAO.

Nella seconda giornata di approfondimento è stato dedicato molto spazio al programma Bolsa Familia, il registro unificato dei programmi sociali utilizzato come strumento per il coordinamento delle politiche sociali pubbliche: le famiglie partecipanti dovevano dimostrare che i figli andavano a scuola, che fossero vaccinati e che le donne incinte seguissero il programma di visite mediche previsto in gravidanza.

Tereza Campello, Ministro dello Sviluppo Sociale e della Lotta alla Fame
 del Brasile, ha così commentato l'impegno del paese su questa delicata tematica:

Oggi firmo la Carta di Milano perché fornisce un punto strategico per la lotta contro la fame e la povertà: il cibo è un diritto di tutti, occorre che i Governi e le aziende collaborino per elaborare politiche pubbliche che garantiscano questo diritto, altrimenti fare in modo che chi vive in povertà abbia il cibo, resta il risultato della filantropia.

Tereza Campello

Via | Expo 2015

  • shares
  • Mail