A Napoli nasce il “Kepurp” ovvero il kebab di polpo

O purp, in dialetto napoletano, è il polpo, che ritroviamo in molte ricette, non solo partenopee. Perché non usarlo allora per altre ricette volte a ribadire la nostra cultura, però con un pizzico di esterofilia? Ci ha pensato Ciro Salatiello, chef ufficiale del Napoli Calcio, che ha inventato il Kepurp, vale a dire il kebab di polpo!

L’idea è tanto semplice quanto geniale: si prepara l’insalata di polpo verace, come sempre solo che poi la si presenta nella forma cilindrica tipica del kebab. Al momento di servirlo lo si taglia come il classico kebab, lo si mette in un panino… e buon appetito! Può essere un’idea per un antipasto alternativo (del resto l’insalata di polpo verace con una spruzzata di limone è già un antipasto) oppure un simpatico street food fusion.

La ricetta del Kepurp è contenuta nel libro Gli ingredienti di una vita che Ciro Salatiello ha pubblicato con Alessandro Polidoro Editore. Nel libro troviamo tante altre curiosità, come, per esempio, la ricetta settecentesca della pastiera propria del convento di Santa Patrizia (altra santa napoletana di cui si celebra il miracolo dello scioglimento del sangue) a San Gregorio Armeno.

insalata di polpo

Via | Repubblica

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail