Come fare in casa i ghiaccioli alla frutta per bambini

Buoni e sani, i ghiaccioli sono anche una merenda dietetica

bambinighiaccioli.jpg

Con la canicola di quest’estate che non accenna ad allentare la sua morsa, anche se oggi inizia settembre, non ci sembra inappropriato preparare dei ghiaccioli alla frutta per la merenda dei nostri bambini. Il ghiacciolo, infatti, è uno sfizio affatto impegnativo e, qualora sia preparato in casa con tanta buona frutta e poco zucchero, è pure dietetico!

La base è sempre più o meno la stessa: acqua da mescolare a frutta frullata e da inserire negli appositi stampini con lo stecco che non farete fatica a trovare nei negozi (ce ne sono anche con forme strane, ad esempio di animali, davvero molto carini) e poi un paio d’ore di attesa affinché il freezer li solidifichi e siano pronti da azzannare. E a proposito di freezer: grazie alle sue proprietà antibatteriche, i ghiaccioli praticamente non hanno data di scadenza, ma è sempre meglio non tenerli troppo: sono talmente facili che potrete farli spesso!

Il grande classico – non sempre amato dai bambini – il più dissetante è sempre il ghiacciolo al limone, che si fa con il succo di questo prezioso agrume e con lo stecco a base di liquirizia, ma ottimo è anche il ghiacciolo a tema colore: per il rosso potete usare anguria, fragole, ciliegie e frutti di bosco in generale, per il verde i kiwi e le mele verdi, per il giallo-arancione le pesche oppure le albicocche.

Preferite sempre la frutta fresca frullata (o al massimo il succo centrifugato) agli sciroppi reperibili in commercio; qualche deroga si può fare se una volta tanto avete voglia di un ghiacciolo al tè o alla coca cola! Infine, da provare i ghiaccioli al frullato: per prepararli frullate la frutta in acqua e latte ghiacciato in ugual misura, sono una bontà!

Foto | Alessandra Cremaschi

  • shares
  • Mail