Expo Milano 2015, il food hackathon sul tema della malnutrizione vinto dal progetto “Mylbread”

Expo 2015 ospita un innovativo food hackathon dal titolo "Feeding Fair Hacking Malnutrition", dedicato alla malnutrizione.

Senior woman holding box with vegetables

Expo2015 ha visto vincitore del food hackaton “Feeding Fair Hacking Malnutrition”, svoltosi ieri 23 settembre a Milano, il gruppo che ha presentato il progetto “Mylbread”, destinato al mercato tedesco. L’idea vincente prevede un’applicazione che riunisca i piccoli e medi panificatori dando loro la possibilità di vendere online i propri prodotti al fine di arginare il problema della “frammentazione” dei produttori minori in Germania, situazione che li penalizza avvantaggiando, di contro, la grande distribuzione. Chi scarichi la App avrà diritto alla consegna di una “cassetta delle poste del pane” all’interno della quale si vedrà recapitato, al mattino, il pane fresco ordinato la sera precedente, direttamente da casa.

Sette sono state le proposte complessivamente presentate nell’ambito del food hackaton dai singoli gruppi. Tra queste ci sono il progetto “Thai Peanuts” che ipotizza come una delle possibili soluzioni per ridurre la fame nel mondo sia da riscontrare negli insetti, facendo in modo di renderli più “appetibili”, ed il progetto "FoodLab", contro gli sprechi, iniziativa no profit volta a far si che i produttori possano esporre le proprie problematiche in tema di avanzi ottenendo una consulenza specifica su come eliminare il problema trasformando lo spreco in risorsa.

Presentate, inoltre, alcune startup tra le quali The Algae Factory, di paternità italo-olandese, alla quale si deve la progettazione di una barretta di cioccolato fondente speciale a base di spirulina, una micro alga ricca di proteine, della quale parte del ricavato sostiene le comunità in Togo e Magadagascar presso le quali questa viene coltivata.

Aggiornamento a cura di Roberta Favazzo

Expo Milano 2015, il primo food hackathon sul tema della malnutrizione

Expo 2015 ospita il primo food hackathon dedicato al tema della malnutrizione: mercoledì 23 settembre, dalle 10 alle 22 presso lo Spazio CIBUSèITALIA Federalimentare e Biodiversity Park Alce Nero Berberè, si parlerà di un argomento molto importante. “FEEDING FAIR/ Hacking Malnutrition”, che raccoglie le indicazioni del progetto WikiExpo, vedrà partecipare 100 menti brillanti provenienti da ogni parte del mondo.

L’hackathon vuole affrontare il tema della malnutrizione da più prospettive, con un approccio trasversale, grazie ai risultati ottenuti con il progetto WikiExpo, nato dell’ambito di Food Innovation Program: un sapere nuovo che raccoglie e condivide ricerche, progetti, contenuti, che sono stati censiti da giugno a oggi e catalogati per tematiche. Da questa raccolta sono stati scelti otto casi che verranno affrontati durante l'hackathon dalle 8 squadre partecipanti: dal problema della fame all'obesità, passando per le diete sbilanciate e la scoperta di nuove forme di produzione e alimenti alternativi.

La squadra vincitrice andrà a Parigi per partecipare il 15 ottobre a una giornata sull'innovazione organizzata da Up, mentre il portavoce condivider il progetto sul palco del “The Mont­Blanc Meetings”.

expo-2015-feeding-fair-hackathon.jpg

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail