Dolci di San Giuseppe sul New York Times

Un simpatico articolo del New York Times parla delle (ricche, dal punto di vista calorico) tradizioni gastronomiche legate alla festa di San Giuseppe e mantenute in vita dagli immigrati italiani.

Se infatti la festa di St. Patrick, legata alla nutrita presenza irlandese, si fa sentire per le celebrazioni e le iniziative "rumorose", quella di S. Giuseppe, in alcune zone di Brooklyn, si manifesta invece sulle tavole e negli stomaci.

L'articolo cita in particolare sfingi e zeppole, dandone esotiche descrizioni che, obiettivamente, faticano ad evocare il paradisiaco (parlando di Santi) gusto di questi due nostri prodotti.

Si parla anche delle "guerre" tra gli amanti dei due diversi dolci, citando il forno dei fratelli di origine napoletana Fortunato, che propendono per le zeppole, mentre Emanuele Alaimo, un altro pasticciere, ma di origine siciliana, propende per l'altro dolce.

Pareri diversi, ma il gusto italiano per i dolci tipici si mantiene saldo oltreoceano...

Intanto, auguri a tutti i Giuseppe (e le Giuseppina) !

  • shares
  • Mail