Alla ricerca della fragola perfetta

Il Los Angeles Times pubblica un articolo sulla ricerca della fragola perfetta, quella con un aspetto magnifico, un gusto spettacolare, ed in grado di superare indenne le traversie dei viaggi dalla produzione alla tavola.

Kirk Larson, dell'Università della California, sta conducendo un programma rivolto alla ricerca della "frutta perfetta".

La fragola non solo deve avere tutte le caratteristiche di "perfezione" elencate prima, ma deve anche essere grande, nell'ottica (strana) che più un frutto è grosso, più è buono.

L'importanza del gusto, peraltro, si scopre essere residuale. Sembra che le fragole più buone prodotte nel corso degli anni abbiano goduto di popolarità solo per periodi brevi, e quindi non vale la pena...

E' proprio questa filosofia che, "a partire dalla seconda guerra mondiale ha trasformato quella che era un dolce simbolo della primavera in una delle meraviglie dell'industria agricola moderna. Dal 1950 i produttori californiani hanno aumentato la loro produzione arrivando a moltiplicarla di 20 volte."

Nell'articolo vengono anche suggerite alcune ricette in cui impiegare con creatività le fragole (magari quelle, più normali ma gratificanti) delle nostre produzioni italiane...

  • shares
  • Mail