Le uova e i bambini: i rischi per quelle crude, le ricette

Rosso, bianco o entrambi? La verità su questa fonte nobile di proteine

I bambini e le uova

Oggi parliamo di un altro argomento fondamentale nell’alimentazione dei bambini: quando e come possono mangiare le uova. C’è da dire che le uova sono fatte da due componenti, molto diverse tra loro: il tuorlo (o rosso) pieno di grasso e vitamine; l’albume (il bianco) in cui il colesterolo è completamente assente, ma ci sono tante proteine, che in alcuni casi sono proprio le responsabili di allergie e intolleranze.

È per questo che alcuni consigliano l’introduzione del tuorlo nelle pappe dall’ottavo mese e dell’albume solo dopo l’anno di vita. Personalmente ho fatto assaggiare l’uovo a mia figlia (tutto) durante lo svezzamento, intorno al sesto mese, con risultati ottimi. Ora che è più grande, invece – almeno a casa – non lo vuole più mangiare ed ecco che allora mi tocca escogitare qualche stratagemma.

Se i vostri bimbi non fanno i capricci, un ottimo piatto è la frittatina di patate, oppure di verdure, che rappresenta una pietanza completa e poco impegnativa da preparare quando si ha poco tempo; da non sottovalutare neppure l’uovo sodo o l’uovo al tegamino con aggiunta di salsa di pomodoro fresco. Occhio, però, alla cottura: meglio evitare l’uovo crudo ai bambini piccoli, quindi, ahimè, maionese e tiramisù dovranno aspettare un po’.

In conclusione vi faccio dono della ricetta segreta (l’unica) con cui riesco a far mangiare a mia figlia le uova: cuocete al vapore 3-4 zucchine e schiacciatele; aggiungete un uovo sodo sbriciolato, passate tutto al mixer unendo tanta panna fresca quanto basta. Con questa salsina condite la pasta per ottenere un piatto completo e bilanciato. Dimenticavo! Potete sostituire le zucchine con qualunque verdura!

Foto | sugarsnapstatic

  • shares
  • Mail