La ricetta dei galani di Carnevale da seguire passo dopo passo

Il dolce per eccellenza di Carnevale… che ognuno fa a modo suo

Galani

I galani sono un grande classico tra le ricette di Carnevale che non solo ogni famiglia prepara a modo suo, ma ognuno praticamente chiama, anche, in modo diverso. Oltre a galani, si conoscono questi dolci fritti e buonissimi come cenci, crostoli, frappe, chiacchiere, bugie…anzi, se conoscete altri nomi vi prego di scriverceli così da arricchire la nostra collezione. Il godimento di quando si gustano, però, è ben noto a tutti…

Ingredienti



    1 kg di farina
    60 g di burro
    100 g di zucchero semolato
    5-6 uova
    4 cl di grappa
    1 pizzico di sale
    scorza di limone bio grattugiata
    olio per friggere e zucchero a velo q.b.

Preparazione


Sulla spianatoia ponete la farina a fontana e nel cratere centrale mettete le uova, il burro morbido e fatto a pezzetti, lo zucchero, il sale e la scorza di limone. Cominciate a lavorare l’impasto dall’esterno verso l’interno fino a formare una palla di pasta che farete riposare almeno una mezz’ora (alcuni la mettono in frigo).

A questo punto stendete la pasta con il mattarello fino a ottenere una sfoglia spessa pochi mm; tagliate le strisce con la rondella e al centro di ogni galano praticate un piccolo taglio che migliora la cottura e quindi la fragranza.

Scaldate l’olio in una padella ampia o nella friggitrice e quando arriva a temperatura tuffatevi i galani per pochi secondi rigirandoli con l’aiuto di una pinza, facendo attenzione a non romperli. Una volta cotti, toglieteli dalla padella con l’aiuto di una schiumarola e fateli riposare su carta assorbente. Quando saranno tiepidi cospargeteli di zucchero a velo a volontà.

Foto | Alpha

  • shares
  • Mail