Cucina romana: gnocchi di semola o di patate?

Visto che Marco's qualche giorno fa con un articolo ci ha avvertito sul "pericolo gnocchi di miglio", ritorno sull'argomento gnocchi.

Non riesco a capire per quale motivo spesso si continuino a far passare gli gnocchi preparati con farina di semola e serviti con burro e salvia come i tradizionali “gnocchi alla romana”. Sicuramente qualcuno saprà citare qualche tradizione o aneddoto gastronomico a me ignoto che possa spiegare l’arcano.

È pure vero però che, da che mondo è mondo, in qualsiasi trattoria tipica di Roma, quando il giovedì vengono preparati gli gnocchi, trattasi sempre e comunque di quelli fatti con patate schiacciate e mischiate alla farina bianca, poi cotti e serviti con un succulento sugo di carne, preferibilmente con quello delle spuntature di maiale.

Per un “riscontro sul campo”, vi consiglio di provare “Olindo” a Trastevere o “Dino e Toni” in Prati, vicino ai Musei Vaticani.

La foto è tratta dal sito di ricette: www.forchettina.it

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: