La pizza cresciuta marchigiana con la ricetta della tradizione

Preparazione rustica appartenente alla tradizione marchigiana, ecco come si prepara la pizza cresciuta, perfetta per le scampagnate primaverili

La pizza cresciuta marchigiana con la ricetta della tradizione

La pizza cresciuta marchigiana è una preparazione rustica legata alla tradizione pasquale che si presta anche ad un pic nic primaverile.


La ricetta, che trovate sotto, prevede che la foccaccia realizzata con un misto di farina di mais e di farina bianca, una volta cotta venga tagliata a spicchi e farcita con un composto ricco e saporito a base di verdure miste e carne di maiale.

Si tratta di una torta salata che vale assolutamente la pena provare, ecco come realizzarla.

Ingredienti

1 kg di farina di mais
200 gr di farina bianca
1 kg di carne di maiale
400 gr di bietole
400 gr di cavolo
400 gr di cicoria
100 gr di lardo
vino bianco qb
1 spicchio di aglio
olio di oliva
sale e pepe

Preparazione

Versare in una padella due cucchiai di olio di oliva e farvi insaporire la carne di maiale, precedentemente tagliata in modo da ottenere dei dadini. Irrorarla con il vino bianco ed una volta evaporato fare cuocere per circa un'ora su fiamma vivace. Completata la cottura regolare di sale e pepe.

Adesso fare sbollentare le bietole, il cavolo e la cicoria (perfettamente pulite) in poca acqua salata. Scolarle e tagliarle a pezzetti. Tritare il lardo insieme allo spicchio di lardo quindi farli rosolare in un tegame con poco olio. Una volta diventato trasparente unire le verdure facendole ben saltare. Regolare di sale e pepe.

Passare all'impasto della pizza: miscelare in una ciotola capiente la farina di mais e quella bianca quindi unire un pizzico di sale, 50 ml di olio e tanta acqua bollente quanta basta per ottenere un impasto sodo e liscio ma morbido. Versare l'impasto ottenuto in una teglia dai bordi alti unta di olio quindi fare cuocere a 250°C, in forno già caldo, per circa un'ora.

Una volta ottenuta una crosticina dorata in superficie la pizza cresciuta è pronta: tagliarla a spicchi, aprirli a libro e farcirli con il composto preparato precedentemente.

Via | Anconatoday

Foto | Via Pinterest

  • shares
  • Mail