Qual è la porzione pasta fresca a persona?

Una domanda da un milione di dollari: la giusta porzione di pasta fresca a persona

Porzione di pasta fresca a person

Oggi cerchiamo di rispondere a una domanda davvero difficile, per la quale non esiste un verdetto unico ed esaustivo: qual è la giusta porzione di pasta fresca a persona. A Roma, dove abito io, ad esempio, porre una domanda del genere è sempre molto pericoloso e si rischia di trovarsi nel piatto mezzo pacco di pasta.

Ovviamente che si sta parlando di pasta secca o pasta fresca per il peso fa una certa differenza in quanto questi due tipi di pasta crescono e rendono in maniera diversa una volta a contatto con l’acqua di cottura. Che il formato sia lungo o corto, invece, conta meno: ad esempio per le tagliatelle fresche le dosi a persona corrette si aggirerebbero intorno ai 60-80 g, mentre un buon pastasciuttaro dello stesso formato di pasta, ma qualità secca, arriva a consumarne anche 80-100 g.

Ovviamente un discorso a parte va affrontato per gli gnocchi o la pasta ripiena: circa 130 g a testa sono una buona porzione per i primi, per la seconda calcolate un 150 g. Ma allora quanta pasta all’uova per persona bisogna buttare in pentola una volta che l’acqua bolle? Con 60 g, in una cena ricca di diverse portate, non dovreste sbagliare, se parliamo di pastina da minestra circa la metà.

Discorso diverso, ovviamente, per chi deve seguire un regime alimentare controllato e magari povero di carboidrati: i grammi di pasta per una persona a dieta dovrebbero essere tra i 40 e i 50 a seconda della quantità di calorie giornaliere consentite, inoltre è raccomandabile l’utilizzo di pasta integrale, ma questa è un’altra storia…

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail