Cucina regionale: la panzanella


La panzanella è uno dei tanti esempi di vecchie (e sane) abitudini alimentari di una volta. Il pane raffermo, avanzato dal giorno prima non veniva buttato ma riciclato in questo gustoso “piatto unico”, perfetto per le torride giornate estive.

Dopo aver bagnato e strizzato il pane, si aggiungevano a piacere pomodori, basilico, aglio, olio, aceto e sale. La “ricetta” è molto diffusa , con piccole varianti, nell’Italia centrale, soprattutto in Toscana, Lazio e Umbria. La versione capitolina prevede l’utilizzo del pane di Genzano, dotato di abbondante mollica. I pomodori usati sono invece i classici Casalino o i più meridionali San Marzano.

Se siete stufi della solita insalatona ma non volete appesantirvi con piatti ipercalorici, la panzanella è l’ideale per uno spuntino leggero e molto stuzzicante.

La foto è tratta dal sito di gastronomia www.wednesdaychef.typepad.com

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: