Bonbons brasiliani, gustosi attimi di piacere

30 Agosto 2012

Anche i bonbons sono importanti e ci danno un’idea di cosa si mangi in un paese, basti pensare alle palle di mozart, ai gianduiotti o i lollypops inglesi. In Brasile ho trovato delle ottime caramelle al cocco e altre alle noccioline americane.

In Brasile ci sono delle caramelle al cocco e caramello buonissimi. Hanno una data di scadenza relativamente breve, 120 giorni dalla data di produzione Si chiamano Doce de coco e vengono prodotti da Dalva. Gli ingredienti sono 3: cocco, zucchero e glucosio. Per 100 gr le calorie sono 560.

Il sapore cambia moltissimo se li si mangia a temperatura di frigorifero, vi consiglio di tirarli fuori almeno un ora prima. Sono caramelle morbide, dolci e con i pezzetti di cocco che restano nel finale per lasciarne il retrogusto intatto. Un’altra delizia portabile in borsetta, ma dalle calorie esagerate è la Paçoquita, in quadratino o cilindrotto. Non si tratta altro che di noccioline americane, sale e zucchero.

Si chiama Doce de Amendoim ed è buonissimo ed anche qui gli ingredienti sono 3: arachidi, sale e zucchero. Il dolce ed il salato si alternano armoniosamente lasciando spazio al sapore delle noccioline americane. L’azienda produttrice si chiama Santa Helena. Le calorie sono 520 per 100 grammi. Le arachidi vengono triturate e formano una pasta che si sgretola facilmente. Si trovano ovunque, nei supermercati e nei negozi di dolciumi, ce ne sono anche di altre marche, ma queste riscuotono il successo più grande. Entrambi sono pratici da portarsi dietro, a meno che le temperature non diventino troppo alte, in questo caso la caramella al cocco diventa molto oleosa. Se vi trovate in Brasile assaggiateli, non sono famosi ma ne vale davvero la pena.

Foto | Alessia

I Video di Gustoblog: pasta con asparagi e pancetta