Come preparare in casa le orecchiette di grano arso pugliesi

30 Agosto 2012

Orecchiette di grano arso

Orecchiette, buonissime e tipiche pugliesi. Le troviamo nei supermercati già pronte, ma spesso ci accorgiamo che il formato non è così tipico come quello che invece abbiamo mangiato direttamente in Puglia, o ci ha portato l’amica al rientro della vacanza a Bari. Per prepararle ci vuole un’arte unica, non per gli ingredienti semplicissimi, ma per la loro forma che richiede una ottima manualità. Abbiamo detto del grano arso, quindi potremmo prepararle con questa farina per sentire davvero nostro il piatto col salmone di cui vi ho parlato ieri. Vediamo come fare.

Ingredienti per preparare le orecchiette al grano arso per 4 persone: 400 grammi di semola rimacinata di grano duro, 50/100 grammi di grano arso (dipende dall’intensità dell’affumicatura, con quelli acquistati nella distribuzione va bene 100 gr, con quelli artigianali non superate gli 80), 100 cl di acqua tiepida, sale.

Preparazione: su un supporto di legno, magari una spianatoia per la pasta fresca, mettete la semola e il grano arso, mischiateli con le mani finché la farina di grano arso non si è mischiata bene con la semola, spruzzategli un pochino di sale (poco!) e create una conca al centro della farina. Versate l’acqua tiepida ed iniziate ad impastare per diversi minuti (se serve anche 10/15 minuti), finché all’interno dell’impasto non si saranno formate delle bollicine e la pasta risulterà liscia e consistente. A questo punto create una bella pagnotta di pasta e conservatela sotto un panno che avrete un poco inumidito, per non farla seccare. Staccate un pezzetto grande quanto un pugno di pasta e arrotolatelo a creare un “serpente” di pasta doppio quanto un pennarello a spirito. Con un coltello a punta arrotondata tagliate il serpentello a pezzetti di un centimetro e tirate la pasta con la punta del coltello, affinché si curvi su di essa e crei una conchiglietta. Adesso, cercando di non romperla, girate la conchiglietta di pasta mettendola sul pollice.

Le orecchiette pronte devono essere adagiate senza toccarsi una con l’altra in un posto comodo, dove potrete lasciarle ad asciugare per un po’. Se volete consumarle fresche lasciatele dall6 alle 12 ore, se volete invece farle indurire un po’ di più preparatele 48 ore prima di cucinarle.

Pensate sia difficile la preparazione? Per aiutarvi ho trovato questo utile video che vi illustra qual è il magico movimento delle mani e del coltello per creare l’orecchietta perfetta.

Foto | Flickr

I Video di Gustoblog: Orecchiette fatte in casa