L'avena: il cibo dei barbari

L’avena è sempre stata considerata un cereale secondario e nell’antichità non riscosse mai un grande successo presso le civiltà dell’area mediterranea dove veniva utilizzata più che altro come foraggio.

Deve essere stata grande la sorpresa di Greci e Romani quando scoprirono che l’avena era uno degli elementi alla base dell’alimentazione dei popoli barbari. Nei secoli successivi ovviamente ci fu la rivalutazione dell’avena che venne usata anche come pianta medicinale e oggi la ritroviamo in numerose ricette moderne.

Devo dire però che se guardo il porridge che preparano in Inghilterra o nel Nord Europa, ripenso ancora ai Romani e al loro stupore nel vedere i barbari cibarsi di avena…

La foto è tratta dal sito: www.regione.piemonte.it

  • shares
  • Mail