La menta piperita: dagli studi botanici ai dentifrici

La menta piperita venne scoperta ufficialmente solo nel 1696, dal botanico inglese John Ray, che nei suoi studi di classificazione, si accorse di questa diversa varietà, derivata probabilmente da un incrocio naturale, che si distingueva per l’intensità maggiore del suo profumo.

La pianta, denominata peppermint, venne coltivata abbondantemente non solo in Europa ma anche in Asia e America e la sua diffusione divenne ancora maggiore quando si scoprì che conteneva un’elevata concentrazione di mentolo, usato nell’industria dolciaria, liquoristica e farmaceutica.

Fortunatamente è possibile preparare anche dei gustosi e profumati piatti con la menta piperita e non solo dentifrici, colluttori e gomme da masticare…

La foto è tratta dal sito: www.helfrichabsinthe.com

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: