Salumi tipici: Ventricina vastese

Un salume veramente speciale questo prodotto della bassa provincia di Chieti. Talmente particolare che è nata un’Accademia apposita per salvaguardarne il nome e le regole di preparazione. È in questo modo che si cerca di mantenere la qualità di un prodotto tipico nei solchi della tradizione.

Una tradizione che si ripete a partire dalla scelta dei maiali, nutriti solo con cibi naturali, fino all’utilizzo delle spezie (pepe, macinato e in grani, semi di finocchio, peperoncino dolce e piccante) in fase di confezionatura, passando per una stagionatura di almeno 90 giorni. Molto particolare anche l’aspetto che risulta disomogeneo per il taglio della carne di maiale, rigorosamente fatto a mano con il coltello, senza il tritacarne.

Vi consiglio un abbinamento regionale con un elegante rosato di Masciarelli (Montepulciano d’Abruzzo Cerasuolo Villa Gemma), anche se, vista la speziatura, la Ventricina potrebbe reggere, secondo me, anche un vino più strutturato.

La foto è tratta dal sito: www.itinerarivacanze.com

  • shares
  • Mail