La ricetta base per l'amaranto

La ricetta base per l'amaranto

Come la quinoa anche l'amaranto è una pianta, proveniente dal Centro America, anch'essa utilizzata quasi fosse un cereale. Ricco di fibre e privo di glutine è indicato per chi abbia problemi di digestione e per i celiaci. La ricetta base per l'amaranto, che una volta cotto si presenta come una massa dall'aspetto gelatinoso, prevede che venga bollito in acqua bollente salata, preferibilmente con sale marino integrale. Proprio per questa sua caratteristica è bene accompagnarlo a cereali o a verdure per renderlo saporito ed appetibile. Non si trova molto facilmente presso i supermercati, anche perchè non è un alimento troppo economico, ma è agevolmente reperibile presso i negozi specializzati in alimentazione biologica. Una piccola curiosità: i chicchi di amaranto possono essere tostati in una padella insieme a dell'olio divendo soffiati come i pop corn. Ecco la ricetta base per preparare l'amaranto, fermo restando che, una volta pronto, è consigliabile unirlo ad altri ingredienti, come ad esempio il riso.

Ingredienti: 300 gr di amaranto, 600 ml di acqua, 1 cucchiaino di sale marino integrale.

Procedimento: lavare l'amaranto in acqua fredda. Scolarlo e tenerlo da parte. Versare l'acqua in una pentola e portarla a bollore. Una volta giunta ad ebollizione versare il sale marino integrale. Versare a questo punto l'amaranto e cuocerlo per 30 minuti circa. Una volta cotto, spegnere la fiamma, non mescolare e lasciare riposare per una dedina di minuti. Durante questo tempo i chicchi di amaranto avranno il tempo necessario per finire di gonfiarsi.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail