Il mango di Buddha


Nella mitologia dei popoli orientali (e in particolare indiani) il mango occupa un posto di primaria importanza e nei testi sacri hindu è ricordato come simbolo di prosperità.

In India poi svolge un ruolo importante nell’alimentazione: viene adoperato infatti per preparare succhi di frutta e a colazione, in qualsiasi ristorante (o “bar”) di Delhi, è quasi obbligatorio consumare una “frutsalà”(sarebbe una fruit salad…ma la pronuncia indiana è veramente “particolare”) di mango. D’altra parte stiamo parlando di un frutto gustoso, ricco non solo di zuccheri (circa il 20%) ma anche di vitamine (A,B,C) e Carotene.

Si dice che anche a Buddha fu offerto di meditare in una piantagione di mango e che egli, per mesi interi, utilizzò solo questo frutto come fonte di nutrimento.

La foto è tratta dal sito: www.homecooking.about.com

  • shares
  • Mail