Come preparare il fricò di verdure romagnolo

Che cos'è il fricò di verdure romagnolo e come si prepara? Ecco la ricetta per farlo in poche e semplici mosse

Come preparare il fricò di verdure romagnolo Cosa si nasconde dietro il fricò di verdure romagnolo? Semplicemente la ricetta di un contorno vegetariano che piace a grandi e bambini. Un mix di ortaggi sapientemente cucinati insieme per dare vita ad una ricetta a base di verdure da leccarsi i baffi.

La ricetta del fricò (o fricandò) di verdure è molto semplice, e si può fare anche al forno (per una versione decisamente più leggera). La pietanza deriverebbe il suo nome dal termine latino frico (dal quale, a sua volta, deriva frictum). Si deduce, insomma, che il fricò vuole che le verdure vengano cotte dapprima in olio caldo, poi su fiamma bassa e lentamente, ognuna secondo i propri tempi, fino ad ottenere degli ortaggi appena croccanti fuori ma morbidi dentro.

La ricetta del fricandò di verdure alla romagnola si realizza prevalentemente con quelle estive: via libera, quindi, a peperoni, melanzane e zucchine.

Ingredienti

2 melanzane
2 zucchine
2 peperoni
2 cipolle
3-4 pomodori maturi
olio extra vergine di oliva
sale e pepe

Preparazione

Per preparare il fricò lavate, prima, tutte le verdure. Sbucciate le cipolle ed affettatele sottilmente, quindi fatele soffriggere in un tegame ampio con dell'olio di oliva. Prelevatele e fate friggere tutte le altre tipologie di verdure, mondate e tagliate a pezzetti, un tipo alla volta. Concludete con i pomodori che, a differenza delle altre, dovranno essere fatti sbollentare in acqua bollente, privati di pellicina e semi, quindi saltati, a pezzi, in padella. Unite ai pomodori cotti le altre verdure, regolate di sale e pepe e fate soffriggere per l'ultima volta. Spegnete la fiamma, fate intiepidire bene e gustate. Il giorno seguente il fricò è anche più buono.


Photo | iStock

  • shares
  • Mail