Come fare la gricia con la ricetta originale della cucina romana

BucatiniallaGricia

La ricetta che vi propongo oggi è tipicamente Laziale e ne sono venuta a conoscenza solo qualche anno fa in occasione di una visita ad un'amico nella bellissima Roma. Ricordo come fosse ieri la faccia del mio amico nel chiedere cosa fosse la pasta alla gricia e la soddisfazione del mio palato dopo averla mangiata! Per chi non la conosce ancora ecco uno stimolo in più per provarla e dirmi se non è davvero sfiziosa. La ricetta della pasta alla gricia rappresenta l'antenata della più famosa amatriciana perchè inventata quando il pomodoro, unico elemento distintivo tra le due, non era ancora stato importato in Europa: per questo è detta anche “amatriciana bianca”.

Si racconta che il piatto alla gricia sia una creazione di antichi pastori che con gli unici ingredienti a loro disposizione, ovvero pasta essiccata e guanciale si ritrovarono a inventare un piatto povero, semplice ma squisito. Il guanciale, ingrediente indispensabile per la preparazione di questo piatto, è una pancetta molto tesa ricavata dal muso del maiale, pezzo nobile con un sapore molto delicato e profumato.

Gli ingredienti necessari per 4 persone sono: 400 gr di bucatini, 250 gr di guanciale, 100 gr di pecorino romano, sale q.b.

Fate cuocere i bucatini in abbondante acqua bollente, non troppo salata. Nel frattempo tagliate a fette lunghe e sottili il guanciale, dopo aver eliminato la cotenna, e fatelo rosolare fino a quando la parte grassa sarà diventata trasparente e croccante, ma non secca. Il guanciale a questo punto avrà perso il suo grasso che dovrete tenere e utilizzare come sugo.
La preparazione di questo piatto, che sembra molto semplice e veloce richiede in realtà molta attenzione perchè in un attimo la perfetta rosolatura del guanciale potrebbe trasformarsi in una possibile bruciatura dello stesso, rovinando totalmente il vostro lavoro. Scolate la pasta al dente passatela nella padella con il guanciale, unite il sughetto ottenuto con la precedente rosolatura e condite con pecorino e una macinata leggera di pepe. Servite nei piatti spolverando con pecorino.

La pasta alla gricia può considerarsi a tutti gli effetti un piatto unico da accompagnare a fine pasto con verdura e frutta fresca. Consiglio agli amanti del genere di accompagnare questo portata con un calice di vino rosso corposo come un Montepulciano o Sangiovese.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail