Post Di Vino: Mini guida all’acquisto dell’uva

7 Settembre 2007

Sappiamo tutti che le varietà d’uva sono tre: bianca, rossa e nera. Queste poi si suddividono in uva da tavola, da vino e per l’industria conserviera. Ma come ci si deve comportare nel momento dell’acquisto? A cosa devo stare attento? Molte volte, si sa, si incappa in fregature. Onde evitarle vi propongo una mini guida all’acquisto dell’uva tratta dall’ASA, l’Associazione stampa Agroalimentare Italiana.

Al momento dell’acquisto scegliete grappoli con acini integri e di colore intenso e uniforme, indice di perfetta maturazione, turgidi e senza macchie, sodi ma non duri. Preferite i grappoli che non hanno gli acini troppo fitti poiché possono maturare e ingrossare bene solo se hanno abbastanza spazio. Controllate inoltre che gli acini abbiano dei piccioli verdi e non secchi, tipici di uva non più fresca; anche il tralcio e le foglie, se ci sono, debbono essere freschi. Se gli acini sono ricoperti da una patina bianca, pruina, vuol dire che l’uva è stata colta da poco. L’uva si conserva bene per alcuni giorni a temperatura ambiente, purché non troppo calda. Stendetela però su un vassoio di vimini senza ammassare troppo i grappoli per evitare che gli acini si schiaccino e inizino a fermentare. Tenete poi il vassoio in un luogo fresco, asciutto e dove l’aria circoli bene.

I Video di Gustoblog: Ricerca Censis per Nestlè