Pizza e fichi…altro che brunch

10 Settembre 2007

A Roma, quando una cosa è “come pizza e fichi”, significa che è proprio la fine del mondo…
Effettivamente questo “spuntino”, semplice nella preparazione e di facile reperibilità, regala emozioni uniche nel suo divino equilibrio tra dolce e salato.

Certamente bisogna saper scegliere gli ingredienti giusti: la pizza deve essere spessa, bella calda e condita obbligatoriamente con granelli di sale grosso; i fichi migliori sono i pedagnuoli, quelli che maturano alla fine dell’estate ma vanno benissimo, se la stagione lo permette, anche i cimaruoli autunnali. Meno dolci e saporiti invece i fichi fioroni di fine primavera.

Quando, verso l’ora di pranzo, si vedono in giro e nei bar, commessi, avvocati, agenti immobiliari incravattati che soffrono davanti ad anonime insalate o a pizzette vecchie di una settimana, non si sa se piangere o ridere…basterebbe poco per rendere la pausa-pranzo talmente piacevole da far quasi venire voglia di tornare al lavoro…quasi.

La foto è tratta dal sito: www.terraevini.it

I Video di Gustoblog: Fattoria Buca Nuova: Gusto on The Road