La friggitrice del futuro

14 Settembre 2007

Le patatine fritte piacciono a tutti o quasi, ma che mangiarle spesso sia un attentato alla linea, alla salute e faccia venire un fantastico senso di colpa 😉 è un dato di fatto.

Posto che si parla di patatine fritte nella cucina di casa e non di quelle dei fastfood, una soluzione arriva da Tefal® Actifry.
E’ la friggitrice del futuro. Un cucchiaio di olio per un chilo di patatine fritte (ma anche verdura, pesce o pollo): il trucco sta nell’aver realizzato un sistema che cuoce le patatine usando aria caldissima e le gocce dell’olio che si disperdono all’interno della friggitrice. Il risultato è un fritto croccante ma non unto e indigesto.
A questo si aggiunge l’ecologico vantaggio di non aver olio da buttar via e di poter lavare tutto (tranne la base elettrica) in lavapiatti.

I Video di Gustoblog: pulire il pesce