Il Negroni compie 100 anni: ecco la ricetta per farlo in casa

La ricetta e la storia del Negroni, il celebre cocktail italiano inventato nel 1919 e che quest'anno compie 100 anni.

Il Negroni compie 100 anni, un cocktail amatissimo in tutto il mondo che viene preparato nei bar più rinomati ma anche nei “peggiori bar di Caracas”. Il Negroni è un cocktail tutto italiano che è stato inventato a Firenze nel 1919 dal conte Camillo Negroni, è il 2° cocktail più venduto al mondo e il preferito dagli italiani, con buona pace degli estimatori dello Spritz.

Il Negroni originale e più vicino a quello creato dal conte Camillo Negroni lo potete gustare al Caffè Gilli a Firenze, il più antico caffè che si trova in piazza della Repubblica e dove a prepararlo c’è proprio “Mr Negroni” ovvero Luca Picchi. Il Negroni si fa con pochi ingredienti che però vanno scelti con attenzione, si utilizzano infatti solo Campari, vermouth rosso e gin che vanno messi tutta nella stessa quantità.

Il Campari è l’unico ingrediente che non può essere cambiato, va utilizzato l’originale senza se e senza ma. Ogni bartender può però scegliere il vermouth rosso e il gin e cambiando le caratteristiche, l’invecchiamento e la qualità, cambierà anche il risultato finale e cioè la qualità e il sapore del Negroni.

Ricetta Negroni

Ingredienti


    Ghiaccio a cubetti
    1/3 di Campari
    1/3 di Gin
    1/3 di vermouth rosso
    Scorza d’arancia

Preparazione


Prendete un bicchiere e riempitelo di ghiaccio. Aggiungete in sequenza il Campari, il vermouth rosso e il gin. Completate con una scorzetta d’arancia e servite.

Il Negroni sbagliato

Nel 1972, Mirko Stocchetto del Bar Basso di Milano fece un errore durante la preparazione del Negroni e al posto del gin mise per sbaglio dello spumante brut. Un errore che però aveva il “suo perché” e che è stato battezzato Negroni sbagliato, un cocktail perfetto per chi ama le bollicine ma non vuole rinunciare al gusto inconfondibile del Negroni.

Foto | iStock

  • shares
  • Mail