L’ultima rivoluzione digitale: il computer entra in cucina

25 Settembre 2007
di roby

Se fosse ancora qui, probabilmente, a mia nonna si rizzerebbero i capelli: addio a vecchie liste della spesa e dispense in cui tutto è catalogato secondo etichette scritte a mano e con cura. Le cucine di domani, stando a quanto scritto dal New York Times, saranno gestite interamente da macchine, che hanno già un nome: Touch Smart IQ770 PC, casa di produzione Hewlett-Packard.

Si tratta di computer multifunzione in grado di occuparsi, attraverso un sistema digitalizzato, dell’organizzazione del freezer come della calendarizzazione dei pasti in famiglia, oltre a fungere da televisore e lettore dvd, antidepressivi per casalinghe ex disperate.

Un elaboratore da sistemare in cucina e che diventerà, giurano gli esperti, il punto focale della casa, capace di far risparmiare tempo soddisfando contemporaneamente le necessità digitali e nutrizionali dei ‘padroni’ che non faranno fatica ad imparare a usarlo, grazie alla tecnologia touch screen e al funzionamento per parole chiave. L’idea non è del tutto nuova, in realtà: qualche anno fa ci aveva già pensato la Honeywell, ma senza successo, perché “l’umanità non era ancora pronta”, mentre oggi in Usa il 47% della popolazione naviga con banda larga, per lo più in casa, e domanda pc sempre più veloci per operare in multitasking. In Italia probabilmente tutto questo arriverà un po’ più tardi, ma si può star certi che ci troviamo davanti a un cambiamento epocale nelle abitudini dell’uso della tecnologia.

I Video di Gustoblog: pulire il pesce