Gli eclairs, la golosità parigina che rimpiazzerà i macarons

eclairs
Dopo i macarons, ecco la nuova moda gastronomica parigina destinata a conquistare l'intero pianeta. Perché se le piccole delizie a base di albume d'uovo e farina di mandorle, dai piacevoli sapori e dagli affascinanti colori, le conosciamo ormai un po' tutti, non si può dire lo stesso della nuova dolcissima tendenza che impazza nella capitale francese. Si tratta di un movimento che nasce per mettere in valore gli éclairs, bigné dorati e leggeri dalla forma allungata, farciti e decororati con ogni sorta di crema deliziosa. Questi golosissimi peccatucci sono in realtà un classico della pasticceria d'oltralpe, che sembrava ormai relegato al rango di preparazione culinaria datata, o rinchiuso nella riduttiva definizione di "dolce casalingo".

Almeno fino a qualche tempo fa, quando alcune celebri insegne della capitale hanno cominciato a proporne nuove versioni, pronte a stuzzicare gli occhi e palati esigenti del pubblico di passaggio per Parigi. Estremamente curati dal punto di vista estetico e proposti in gusti spesso inediti, gli éclairs riscuotono un largo successo e sono ormai pronti a varcare le soglie del territorio d'origine. Oltre ad aver ormai affiancato i macarons nei piattini dei saloni da the più chic della città, sono sempre più presenti in veste di protagonisti, nelle splendide vetrine delle mecche dolciarie parigine. Da Fauchon a La Durée passando per Pierre Hermé e la Pâtisserie des Rêves, nelle boutiques specializzate e negli ateliers è tutto un fiorire di éclairs. C'è da scommettere che saranno una delle punte di diamante delle proposte natalizie, e in fondo c'è poco da stupirsi dato che apparivano, insieme a macarons, religiose e millefoglie, nel "profetico film" di Sofia Coppola...e se raggiungeranno il successo dei loro zuccherosi compagni di scena, non ci resta che tenerli d'occhio.

immagini da flickr.com

eclairs Pascal Caffet
eclairs arcobaleno Fauchon
eclairs Salon du Chocolat 2010

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: