Nutrire la memoria

La seconda edizione de I sapori della memoria, organizzata dall'Atelier del Gusto a Lavello di Calolziocorte, propone una serata originale ma interessante già dal titolo L’Adda e la pesca. La vita quotidiana lungo il fiume tra Cinque e Settecento.

Si tratta di una cena-conferenza, curata da Mauro Rossetto, a cui si può partecipare pagando un quota non proprio simbolica (38 euro) che però permette di avere accesso ad un menù di un certo pregio: polenta soffice ripiena, pate’ di pesce di lago, filettino di lavarello del Lario con croccante di patate, risottino con lamellata di funghi porcini e missoltino, filetto di trota del Lario con mazzetto di asparagi e indivia brasata, torta Grigna, Caviadino con il caffè.

Cosa si beve con tutto queste leccornie? Lugana doc, Grechetto dell’Umbria doc, Valpolicella doc, Moscato d’Asti docg.

  • shares
  • Mail