Ottime 14 osterie del Lazio, parola di Slowfood

Stanchi di mangiare male e spendere troppo? In vostro, anzi, nostro, aiuto arriva la guida alle ‘Osterie d’Italia’ che oggi sarà presentata alla manifestazione ‘Gusto balsamico’ dal presidente di Slowfood Carlo Petrini e dalla curatrice Paola Gho, insieme al Dizionario gastronomico regionale.

La diciottesima edizione della guida, che giudica i locali secondo i criteri di ambiente, cucina e accoglienza, in sintonia con la filosofia Slowfood, e li premia a suon di chioccioline, esalta ben 14 indirizzi della Regione all’interno del ‘Sussidiario del mangiar bene all’italiana’ tra quelli in cui il conto da pagare resta al di sotto dei 35 euro vini esclusi.

Gli unici due locali a Roma città, se siete curiosi e frequentate la zona, sono ‘L’Osteria del velodromo vecchio’ e la ‘Trattoria Monti’. Ben tre le new entry: ‘Il bersagliere’ a Colonna, ‘La credenza’ a Marino e il ‘Ristorante degli Angeli’ a Magliano Sabina.

  • shares
  • Mail