Premio Bancarella Cucina 2007: and the winner is...

“Perché agli italiani piace parlare di cibo”? Se lo chiede e si risponde Elena Kostioukovitch, docente all’Università di Milano e traduttrice in russo dei testi di Umberto Eco, che con questo libro si aggiudica il Premio Bancarella Cucina 2007, appena disputato a Pontremoli.

Quali siano le sue preziose teorie è dato saperlo soltanto leggendo il libro, nel frattempo possiamo dire che l’ha spuntata con 20 voti superando ‘Sinfonia gastronomica – musica, eros e cucina’ di Roberto Iovino e Ileana Mattion (un rapporto, quello tra amore e cibo forse ormai un po’abusato nella letteratura di genere), ‘Il profumo delle tavole’ di Ulderico Bernardi, ‘Non è vero che tutto fa brodo’ di La Ditta e ‘La pasta è servita’ di Leila Mancuso Sorrentino.

Il punto di vista della Kostioukovitch è quello di una straniera trapiantata in Italia per lavoro, perciò l’opera è concepita come un viaggio alla scoperta dei sapori del nostro Paese da parte di un palato vergine, come spiegato dall’illustre prefazione di Umberto Eco.
Non rimane che augurare a tutti buona lettura!

  • shares
  • Mail