Lazio, arriva il tom tom per gli amanti della buona tavola

Vi piacerebbe non avere più problemi per raggiungere quel certo ristorantino fuori porta di cui avete letto una volta su una guida e non ne ricordate l’indirizzo? Oppure arrivare senza difficoltà nell’agriturismo che vi ha consigliato lo zio, puntuali e senza pancia che brontola?

Allora fa per voi il nuovo navigatore satellitare per raggiungere i luoghi dei sapori della tradizione del Lazio per il cui lancio entro la fine ottobre il Gal (gruppo di azione locale) Tuscia presenterà un bando. L’idea (ma da un paio d’anni esiste l’edizione limitata del tom tom di Slow Food) nasce dall’osservazione che il 28% del turismo italiano ha mete enogastronomiche e fa parte del progetto transnazionale di promozione del territorio rurale European Country Inn ‘Le locande dell’Europa rurale’, soggetto economico che raggruppa circa 35 Gal capeggiate dalla Marsica (Abruzzo).

Grazie a questo progetto si sta avviando una vera e propria scuola del gusto che comprende tre locande di livello internazionale, sei regionali e 12 locali, che hanno come comun denominatore il mettere al centro autentici prodotti di nicchia, sconosciuti ai più, che finalmente otterrano visibilità nelle principali capitali europee.

  • shares
  • Mail