Ad Ariccia porchetta ed altre ‘eccellenze’

Ci ha fatto aspettare quasi due mesi, ma finalmente è arrivata: oggi si apre la sagra della porchetta ad Ariccia! Famosa in tutto il mondo, attira turisti da ogni parte e proprio per questo il Comune della cittadina ha atteso la fine dei lavori nel centro storico per dare il via alla festa, giunta alla 57esima edizione.

La cucina aricina è piena di specialità: dal capretto arrosto con verdure alle pastasciutte ben condite fino al pangiallo e alle ciambelline al vino, ma la vera regina di questa manifestazione resta la porchetta, che deriva da una tecnica di cottura del maiale di oltre tremila anni fa, inventata dai popoli dei Prisci e dei Lepini.
Il segreto che tutto il mondo ci invidia è che il maiale venga cotto lentamente sullo spiedo nel forno a legna, e poi via a banchetti, feste tra amici, pranzi in famiglia o semplici spuntini a base di pane e porchetta, appunto.

Per questo e per le altre ricchezze del territorio i Castelli Romani si sono aggiudicati il titolo di ‘Distretto delle eccellenze’: un sistema che si occuperà dell’offerta turistica e riorganizzerà la filiera dei rinomati prodotti enogastronomici locali, valorizzando in particolare vino, pane e castagne.

  • shares
  • Mail