L’aspira briciole a forma di maialino

Avete presente il dilagare del ‘muccato’ in cucina? Sì, dai, ormai è praticamente impossibile entrare in un negozio di casalinghi senza imbattersi in tazze-ciotole-portamestoli-grembiule-presine e chi più ne ha più ne metta completamente bianche a pezze nere.
Da quando questo fenomeno è diventato di massa, io porto avanti una strenua crociata in difesa del maiale: un po’ perché, diciamocelo, è davvero più simpatico della mucca, un po’ perché di lui “non si butta niente”.

Ancora non è facilissimo, per chi volesse circondarsi di teneri animaletti rosa, trovare gadget da cucina carini, la scelta è poca, ma c’è sempre qualche eccezione, come l’aspira briciole che vedete nella foto a fianco e che con immensa soddisfazione ho comprato in uno chicchissimo negozio di hi tech nel centro di Roma a 12 euro, salvo poi scoprire che su internet si trovano quasi ovunque, ad esempio qui. (A proposito: ne esistono anche a forma di mucca e addirittura di elefante, ma il piggy è inimitabile).

Bastano due pile stilo et voilà: il dolcissimo erede di Babe inizierà a raggranellare tutte le vostre briciole con il suo adorabile musetto, per poi depositarle (ma dovete guidarlo voi) amorevolmente nella pattumiera. A questo punto un semplice panno umido e il maialino tornerà come nuovo, in fibrillante attesa di una nuova tavola da pulire.

  • shares
  • Mail