La facile ricetta degli yakisoba, gli spaghetti giapponesi alla piastra

Il termine yakisoba nasce dalla fusione di due parole giapponesi: yaki, che vuol dire "saltare" e soba che significa spaghetti di grano saraceno. L'ampia diffusione della cucina etnica nel nostro paese ha portato molti di noi ad apprezzare la cucina orientale in tutte le declinazioni e, negli ultimi anni, è apprezzata e conosciuta soprattutto quella giapponese con particolare riguardo al sushi che è diventato ormai un piatto di aggregazione per noi italiani proprio come la pizza.

Gli yakisoba sono nel loro paese d'origine un piatto più che altro casalingo che i giapponesi usano portare con sè durante i pic-nic e le gite fuori porta, una specie di street food da consumare velocemente anche durante le giornate frenetiche di lavoro. La ricetta per realizzarli è semplicissima anche perchè, al contrario di qualche tempo fa, gli spaghetti di grano saraceno sono facilmente reperibili in tutti i supermercati più forniti. Vi propongo la classica ricetta degli yakisoba alla piastra con una julienne di verdure e carne macinata di vitello cosicché possiate preparare un primo piatto che stupirà tutti i vostri commensali.

Ingredienti per 4 persone: 400 g di soba( spaghetti di grano saraceno), 200 g di pancetta dolce, 200 g di macinato di manzo, 200 g di germogli di soia al naturale, 3 fogli di cavolo, 1 porro, 2 carote, 1 spicchio d'aglio, 4 cucchiai di salsa di soia, 2 cucchiai di sake ( in alternativa potete usare dell'acqua), zenzero rosso, sale, pepe nero.

Preparazione: pulite e mondate tutte le verdure, tagliate sia le foglie di cavolo che le carote che la parte bianca del poro alla julienne e tritate finemente l'aglio e la cipolla; scolate i germogli di soia e sciacquateli sotto il getto di acqua fredda, poi preparate la salsa per gli yakisoba mescolando la salsa di soia con il sake. In una piastra, o in alternativa una padella antiaderente, ponete le verdure e i germogli di soia e fatele saltare a fuoco vivace aggiungendo un pò d'acqua qual'ora dovessero attaccarsi; unite la pancetta a dadini e il macinato e lasciate saltare per almeno 5 minuti continuando a mescolare costantemente per evitare che la carne si attacchi sul fondo. Nel frattempo scottate i soba in abbondante acqua salata per almeno 2 minuti, scolateli e uniteli al condimento nella piastra; aggiungete la salsa preparata con il sake e la salsa di soia e mescolate amalgamando bene il tutto, poi aggiustate di sale e pepe a piacimento. Servite gli yakisoba caldissimi accompagnandoli con dello zenzero rosso fresco.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail