Libera Terra: prodotti tradizionali coltivati sulle terre confiscate alla mafia

I prodotti di Libera Terra

Se ne parla molto, spesso anche nelle pagine della cronaca, della riqualificazione delle terra confiscate alla mafia in tutta Italia. E per farlo sono state costituite in tutto lo stivale piccole aziende ed associazioni che vedono impegnati soprattutto ragazzi nella produzione di prodotti enogastronomici coltivati nelle terre sottratte ai clan malavitosi. Il progetto, come ben saprete, è quello di Libera Terra, legato alla ben nota Libera associazione nata il 25 marzo 1995 con l'intento promuovere la lotta alle mafie, la legalità e la giustizia, presieduta da Don Luigi Ciotti.

Di Libera Terra fanno parte le cooperative Le Terre di don Peppe Diana di Castel Volturno (Ce), Beppe Montana di Lentini (Sr), Placido Rizzotto (Pa), Pio La Torre di San Giuseppe Jato (Pa), Terre di Puglia di Mesagne (Br), Libera-Mente (Pa), Lavoro e non solo (Pa), che gestiscono in maniera etica e sostenibile le terre agricole confiscate e che da esse ricavano dei prodotti di qualità che vengono venduti nelle Coop di tutta Italia (e all'estero). Prodotti di Libera Terra sono i vini di di Sicilia (Centopassi) e quelli di Puglia (Hiso Telaray), gli oli extravergine di oliva, marmellate, conserve, limoncello, succhi di frutta, taralli, friselle, pasta e legumi. Tutti prodotti "giusti", spesso biologici, che non solo vogliono dare il messaggio di legalità, ma si fanno anche mezzi di diffusione e valorizzazione dei territori in cui vengono prodotti.

Prodotti genuini, che ho avuto modo più volte di provare, e che quando trovo negli scaffali di un market acquisto sempre per dare il mio contrinuto all'iniziativa. D'altronde, considerando che c'è la pasta di Sicilia e Gragnano, le passate di pomodoro di Puglia e l'olio extravergine di oliva, un bel maccherone col sugo della domenica si fa senza problemi, magari innaffiato da una buona bottiglia di vino (un Nero D'Avola Cento Passi o un Negramaro Renata Fonte). Il pranzo, sono certa, acquisterà un valore diverso non solo per il gusto, ma anche per l'anima.

Foto | Libera Terra

  • shares
  • Mail