Zucchine in carpione per un contorno perfetto con gli arrosti

come fare le zucchine in carpione

Il piatto che vi proponiamo questa domenica pomeriggio di fine settembre, rientra tra i pezzi forti dell'antica tradizione piemontese e nello specifico torinese. Arte culinaria quella piemontese, fatta di una cucina ricca ed elaborata, profondamente radicata nel territorio, sospesa tra la più semplice tradizione povera e contadina e le influenze di Corte della cucina nobile francese. Il carpione altro non è che un tipo particolare di marinatura, che viene usata non solo per le verdure, ma anche per le carni giovani, i pesci di acqua dolce e le uova, tra le tante prelibatezze in carpione classiche del Piemonte.

I piatti in carpione si usano di solito come antipasto, serviti a temperatura ambiente o freschi, ma nel caso delle zucchine in carpione, queste sono anche un contorno perfetto per succulenti arrosti di carne. Ecco gli ingredienti per preparare le zucchine in carpione: zucchine, cipolla, spicchi d’aglio, aceto bianco, 1/2 bicchiere di vino bianco secco, salvia e alloro, olio extravergine di oliva, sale e pepe.

Come si prepara questa ricetta: lavare e spuntare 4 zucchine grandi o 6 piccole (per 4 persone), affettare nel senso della lunghezza e friggere in olio extravergine di oliva. Mano a mano che si dorano scolarle ed asciugarle dall'olio.

Come si prepara il Carpione: affettare una cipolla e pelare e schiacciare due o tre spicchi d’aglio. Mettere il tutto in una pentola con abbondante olio extravergine di oliva, coprire e lasciare stufare a fuoco moderato per circa 15 minuti. Aggiungere l’aceto, mezzo bicchiere di vino bianco, l'alloro, la salvia e 1 bicchiere di acqua. Alzare il fuoco, attendere che il composto vada in bollizione e lasciare bollire per 15 minuti a pentola scoperta. Salare e pepare. Mettere le zucchine fritte in una pirofila e versarci sopra il carpione caldo. Prima di servire, tenere in frigorifero almeno per 4 ore.

Via | Diario di cucina

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail