Attesa crescita del prezzo del vino

15 Novembre 2007
di roby

Qualche giorno fa avevamo parlato dei rincari che aspettano noi consumatori amanti della birra, solo gli ultimi in ordine di tempo dopo pane, pasta, latte ecc., oggi, purtroppo, parliamo dell’aumento del prezzo del vino.
Secondo un reportage pubblicato dal quotidiano La Stampa, le bottiglie italiane sono destinate a una crescita di prezzo pari al 20-25% per i vini di base e del 10 per quelli di fascia medio-alta.

Il problema, stando ai produttori intervistati, starebbe nei passaggi che conducono dalla vite alla tavola di casa nostra, o, peggio ancora, a quella di enoteche e locali, specialmente nelle città ricche come Milano e Torino.
Viene da pensare che tutto questo sia addirittura normale nel caso di un Barolo, che va accudito come un figlio, ma i rincari colpiranno in maniera indifferenziata. I produttori si difendono: i vini dall’uscita al momento di essere serviti devono aspettare 4 o 5 anni, poi c’è un 8-10% di bottiglie che ‘sanno di tappo’, quindi il patrimonio che le cantine hanno investito resta fermo per alcuni anni. Poi mettiamoci la filiera troppo lunga e la griffe… il gioco è fatto, ma come sempre abbiamo perso noi.

I Video di Gustoblog: Le Ricette di Iper Lonato: Pere al vino rosso