Umbricelli al rancetto: dall’Umbria una ricetta per l’inverno

23 Novembre 2007
di Nemo

Spesso, durante la pausa pranzo, mi capita di sfamarmi con un piatto di umbricelli al rancetto, che un buon ristorante prepara con cura.

Trattandosi di un piatto adatto alla stagione fredda e forse non molto noto al di fuori dei confini regionali, vi spiego di cosa si tratta, magari vi viene voglia di assaggiarli o di cucinarli…

Intanto gli umbricelli (detti anche umbrichi, umbrichelli, umbrichelle) sono dei grossi spaghetti fatti a mano con farina di grano tenero e acqua.

Per quanto riguarda la preparazione, per 4 persone sono necessari 400 grammi di umbricelli, 150 grammi di pancetta, 300 grammi di pomodoro, una cipolla, uno spicchio d’aglio, un po’ di maggiorana, pecorino grattugiato. Quando avete radunato tutti questi ingredienti sul tavolo della cucina, si parte soffriggendo in poco olio la cipolla tritata e la pancetta a dadini. A soffritto colorito e pancetta rosolata, unite il pomodoro pelato e privato dei semi. Salate e portate a cottura aggiungendo, verso la fine, un ciuffetto di maggiorana tritata (che apporta il tipico sapore che fa differire questo piatto dall’amatriciana). Condite con il sugo gli spaghetti cotti al dente e spolverate con abbondante pecorino..

I Video di Gustoblog: Ashley Greene SoBe Bodypaint HD 1080×720 Part 2 of 2