Formaggi tipici: Sora

21 Novembre 2007

Questo formaggio è conosciuto localmente anche con i nomi di Sola o Söra, che in dialetto significano suola di scarpa; l’appellativo è dovuto alla strana forma (e colore) che il formaggio assume dopo una lunga stagionatura (oltre 12 mesi). L’aspetto caratteristico del formaggio è dato anche dal segno lasciato sulla forma dal telo utilizzato per strizzare la cagliata e far fuoriuscire il siero.

La produzione, concentrata nell’alta Valle del Tanaro, è limitata ai mesi estivi e utilizza latte vaccino e piccole quantità di latte ovino; le forme vengono messe in commercio già dopo poche settimane di stagionatura che però, come detto, può essere molto più lunga.

Soprattutto con un Sora stagionato, dobbiamo bere un vino strutturato, morbido e dai tannini smussati da un lungo affinamento: proviamolo col Roero di Cascina Val del Prete.

La foto è tratta dal sito: www.saporidilanga.com

I Video di Gustoblog: Receita SORBETTO AL LAMPONE