Ecco la ricetta della salsa al wasabi da usare con il sushi

Wasabi
Non potrò mai scordare la prima volta con la salsa wasabi, è un ricordo troppo “forte” da dimenticare. Ricordo ancora, come fosse ieri, che mi portarono i California Maki e, prima ancora che il mio compagno potesse avvisarmi, avevo già fatto di quella “cosa” verde un assaggio enorme e, subito, mi prese a pizzicare il naso fino a farmi piangere.

Eppure gli amanti del giapponese sostengono che il wasabi sia indispensabile per mangiare bene il sushi o il sushimi. Oggi vorrei proporre proprio a loro come farla in casa.

Ecco la ricetta della salsa wasabi da usare con il sushi che ho preso in prestito dalla rete e che, come ingredienti necessari richiede: 5 ml di salsa di soia, 45 ml di aceto di vino di riso, 15 gr di zucchero, 2 ml di olio di sesamo.
Per la preparazione: mescolare la salsa di soia e l’aceto in una ciotola. Aggiungere lo zucchero e mescolare finchè non si è sciolto. Aggiungere quindi l’olio di sesamo e il wasabi, poi agitare per miscelare bene. Far raffreddare in frigo.
Aggiustare la quantità di wasabi e zucchero, secondo gusto.

Il wasabi viene utilizzato nel sushi o nel sashimi in modo diverso, c'è chi ne mischia una parte nella salsa di soia creando una cremina più o meno intensa in cui intingere il pesce crudo e chi, i più corraggiosi, aggancia il wasabi direttamente al pesce, facendone un unico boccone... chiedendone persino una dose extra.

Il vero Wasabi è molto raro anche nello stesso Giappone, perchè richiede condizioni particolari tra cui clima mite e acqua cristallina, ha costi elevatissimi e per questo soggetto a falsificazioni: spesso a piccole dosi di wasabi si aggiungono il rafano colorato o altre spezie per riprodurne l'aroma e il colore.

Il wasabi è un preparato del rizoma (radice giapponese) che viene grattuggiata e utilizzata in modi vari, anche direttamente sul cibo; oppure essicato, ridotto in polvere e utilizzato a vari scopi.

Comunemente lo si trova nella versione “pasta” anche perchè essicato perde molto del suo aroma.

Curiosità vuole che il wasabi sia utile per prevenire intossicazioni, innalzare la soglia di percezione del dolore e come antibatterico.

  • shares
  • Mail