All’aeroporto di Fiumicino nasce ‘Punto Caffè’, vero Maya

4 Dicembre 2007
di roby

Se siete dei veri amanti del caffé e attenti a combattere le disuguaglianze sociali, questo è il posto che fa per voi: il ‘Punto Caffé’, primo locale sostenuto da Slow Food all’interno di un aeroporto italiano. Lo scalo in questione è il principale di Roma: il Leonardo da Vinci (Fiumicino per gli amici) e il locale si trova presso la mensa centrale Adr.

Il ‘bar’ nasce da un progetto di difesa delle tradizioni gastronomiche e della biodiversità alimentare come tutti quelli portati avanti dall’associazione, che in questo caso ‘adotta’ il caffé dei Maya, ossia quello proveniente dal Guatemala. Nel Paese latinoamericano questa qualità di caffé viene coltivato a Huehuetenango, a 2300 metri d’altezza, raccolto ed essiccato dai campesinos i quali lo vendono in Italia senza intermediazioni. ‘Punto Caffé’ è il 290esimo Presidio Internazionale Slow Food, di quelli sparsi in 42 Paesi del mondo, nati per tutelare i piccoli produttori e salvaguardare i prodotti artigianali di qualità.

I Video di Gustoblog: CUCINE D’ITALIA – Lombardia #FairyFoodTour